blog
14 mag 2013

Imprenditore e motociclista: la storia di Raleri Srl

Di Livia Bosi

raleriSi sa, è quando le esigenze si sentono in prima persona che arrivano le idee migliori. E questo è quanto successo anche a Raleri Srl, un’azienda della provincia di Bologna nata nel 2008 proprio a partire dalla risoluzione di un problema tecnico riscontrato da uno dei soci alla guida della sua moto.

Abbiamo intervistato Francesco Rambaldi, amministratore unico di Raleri, per la ricerca di mercato “Web Runners: 100 imprese italiane 2.0”. La storia della sua azienda è legata a doppio filo con la sua esperienza e passione di motociclista.
Avete mai sperimentato la difficoltà di indossare gli occhiali da sole dovendo alzare la visiera del casco? Proprio da questo problema nasce “PcShade”, una pellicola da applicare all’interno della visiera e in grado di velocizzare l’oscuramento della stessa grazie ad un particolare pigmento fotocromatico. Ad oggi la lente “PcShade” è una delle più vendute del catalogo di Raleri.
Non è un caso, l’azienda si impegna costantemente nella ricerca di materiali e soluzioni innovative, in modo da farle convergere ad aziende terze che li trasformino nei prodotti finali. E’ un vero e proprio punto di riferimento nel campo dei materiali anticondensa e fotosensibili, e nello studio di soluzioni tecniche ad alta tecnologia. Raleri ha già raccolto un enorme successo (è partner della Federazione Italiana Sport Invernali) e sta collezionando una serie di ambiti premi per l’innovazione (si è aggiudicata il We Tech Off di Aster, il bando Startup innovative di Por-Fesr e l’Innova-Day del Democenter Sipe).

La Raleri è molto attiva sul web dove solleva l’interesse di appassionati di motociclismo, di sport e di meccanica. Comunica con i suoi stakeholders attraverso l’utilizzo di numerosi canali: Facebook, Twitter, YouTube e Vimeo, tutti gestiti senza l’aiuto di risorse esterne. In azienda infatti ci sono ben 3 persone, giovani (hanno in media meno di 30 anni) e laureate, impiegate in attività web-based su un numero totale di dipendenti che non supera la decina. Francesco ci racconta che attraverso il web Raleri conosce le esigenze dei clienti, attuali o potenziali, riesce a dialogare con loro ed eventualmente a gestire le critiche che sopraggiungono: insomma l’azienda riesce ad intrattenere un rapporto vivo e spontaneo, bidirezionale e arricchente. Un rapporto in linea con la visione aperta che la caratterizza e che l’ha portata ad avere successo e a crescere anche in questi ultimi anni di crisi.

 

 

Fonte foto: profilo Facebook ufficiale di Raleri.

Scrivi cosa ne pensi

I campi contrassegnati dall'asterisco (*) sono obbligatori