blog
30 apr 2013

Il segreto dell’azienda che produce i jeans GAS: ascoltare la rete

Di Livia Bosi

gas jeansBarbara Grotto è l’Head of Communications di Grotto Spa, azienda che dal 1984 disegna, produce e distribuisce collezioni di abbigliamento per uomo e donna con il marchio GAS. Per la Grotto SPA innovazione e internazionalizzazione vanno di pari passo. Le vendite estere (attualmente il 40% del fatturato totale) sono in continuo e progressivo aumento grazie ad una politica commerciale mirata a rafforzare la propria presenza internazionale, in particolare in Europa e in Asia.

Abbiamo intervistato Barbara per la ricerca di mercato “Web Runners: 100 imprese italiane 2.0”. L’azienda ha un blog, un’ottima presenza sui social network (Facebook con quasi 100mila “like”, Twitter, Instagram, Pinterest e YouTube) e ha sviluppato un’applicazione mobile. Ha anche un canale di e-commerce che nel 2012 ha raddoppiato la quota di fatturato rispetto a quella dell’anno precedente. Barbara ci racconta che i contenuti prodotti dagli utenti sul web sono molto importanti per la Grotto non solo per accrescere la reputazione del marchio e per fidelizzare, ma anche per dialogare direttamente con loro sino ad individuare nuove opportunità di business.

La Grotto infatti ascolta i mercati non sono attraverso strumenti tradizionali come statistiche e rapporti ufficiali, ma anche tenendo monitorati blog e social network del settore e si ispira ad aziende europee di enorme successo come l’inglese Burberry, la tedesca Adidas e la francese Louis Vuitton. Per Barbara questi grandi marchi sono casi 2.0 di successo per motivi diversi: per l’innovazione nell’originalità del messaggio (Burberry), per l’interazione con gli utenti online (Adidas) e per l’originalità di tecnologie e collaborazioni artistiche (Louis Vuitton). Web, innovazione ed internazionalizzazione non sono solo parole chiave per questa azienda, ma obiettivi di lavoro concreti per continuare a crescere.

 

Fonte foto: sito ufficiale GAS Jeans.

Scrivi cosa ne pensi

I campi contrassegnati dall'asterisco (*) sono obbligatori